lunedì 17 dicembre 2012

Aspettando Natale. A Thai Christmas

Vaty, Antonella, Audrey: tre amiche si vedono per un the, una chiacchiera tira l'altra, e Vaty come sempre ci trasporta nella sua magia regalandoci emozioni
fatte di foto e ricordi.






Siamo arrivate al quarto appuntamento con il nostro "Aspettando il Natale"
ed è un appuntamento importantissimo perchè oggi Audrey ed io ospitiamo sui nostri blog
la nostra cara amica Vaty .
Vaty è una persona stupenda, il tipo di persona che tutti nella vita vorrebbero
poter conoscere, Vaty è un'anima pulita, se non la conoscete ve ne renderete conto 
leggendo quello che lei ci racconta.
Con lei si entra nella favola bella del Natale, in quella favola un po' triste e malinconica
ma alla fine piena di luce e di dolcezza che è la vita.
E allora, adagio, in punta di piedi avvicinatevi a noi,
tre amiche che stanno sorseggiando una tazza di tè speziato, e ascoltate
dalla sua voce il suo racconto di Natale.
Ssssssss, ascoltate!!!

Antonella


******************



Un giorno, mia Nonna si avvicinò a me e, con le lacrime agli occhi, mi disse:
"Sta venendo tua mamma dall'Italia. Ma stavolta non è solo per farti visita.
Ti porterà via con lei, in Italia".


Rimasi senza parole per diversi minuti. Finchè ebbi il coraggio di aprire bocca:
"Ma io non la conosco! Tu Nonna, per me, sei la mamma! Ti prego, non mandarmi via. Prometto che farò sempre la brava d'ora in poi".
Queste furono le mie ultime parole pronunciate in Thailandese. Avevo 6 anni.






Quando arrivai in Italia, non parlai. Piansi solamente. E piansi ogni notte, per 100 notti.
Mi mancava la nonna e sapevo che non l'avrei più rivista.
Mi sentivo sola, in mezzo a persone che non comprendevano la mia lingua, in mezzo a persone che ridevano e scherzavano, in mezzo a persone che non conoscevo.
Il senso dell'abbandono prese il sopravvento.
Così, decisi di chiudermi nel mio silenzio.
Ed ascoltai solo la sottile musica che fluiva in me.








Un giorno, mi ribaltarono. Mi dissero che dovevo smettere con i capricci e con i pianti.
Che dovevo tornare a parlare, ma non in Thai, in Italiano.
Così, da quel giorno, misi da parte le lacrime e presi in mano i libri.
Andai a scuola, dalla Maestra Lucia. 
Una Maestra che si innamorò di me, dei miei occhi tristi, del mio sorriso timido e del mio corpicino esile. 






Mi insegnò a parlare, a leggere, a scrivere.
Mi insegnò la danza e la musica.
E tutti i giorni mi chiese "sei felice?".
Non riuscivo a darle una risposta, però capì che vi era un mondo tutto da scoprire: 
lo studio, il gioco, la danza, la musica.
Non ero felice ma andare a scuola mi rendeva serena






E così, quando giunsero le vacanze natalizie, fui triste.







Il Natale non era nulla per me.

Mentre tutti gioivano, ridevano e cantavano, io me ne stavo in disparte.
E così è stato. Per molti anni.







Oggi, molte cose sono cambiate.
Oggi, grazie alla Maestra Lucia, ho imparato l'italiano. 
E se solo sapesse che oggi sono laureata e che sono diventata mamma, penso che sarebbe orgogliosa di quella piccola alunna Thai con occhi tristi e con sorriso timido che tanto aveva amato.






E così, ogni Natale ripenso a lei.
E sogno di rincontrarla. Sogno che quel giorno mi possa chiedere: "Sei felice?"
Perchè vorrei tanto risponderle:"O sì, lo sono e come, tantissimo."

Vaty


***************






La magia del Natale si nasconde dietro le piccole cose...
Non nei regali, perchè un vestito passa di moda con il tempo,
i giochi alla fine stufano, le cose materiali perdono valore.
Ciò che rende grande il Natale sono le persone che amiamo, le emozioni, i 
piccoli gesti.
Un sorriso è qualcosa che non si scorda facilmente, un abbraccio riscalda il 
cuore,
una frase importante non diventa mai out, l'insegnamento di una persona che ci 
ha trasmesso amore è per sempre.
Con questo post volevamo regalarvi un po' di magia, quella che si dovrebbe 
respirare a Natale, quella magia che 
solo Vaty sa creare con le sue parole e le sue immagini. 
Spesso il Natale porta con se un velo di tristezza, di malinconia o malessere; 
spesso non succede ciò che
ci aspettavamo. Però se si ha la pazienza di aspettare, la forza per resistere 
ed il coraggio per affrontare le ostilità;
scoprirete che Natale può arrivare cosi per caso in un giorno qualunque della 
vostra vita.
Questo post è frutto di una grande amicizia, anche se le nostre 3 paia di mani 
sono lontane, i nostri 3 cuori sono vicini;
talmente vicini da averci dato la possibilità di trovarci nel caos del web e 
regalarci un attimo virtuale di semplicità.
Quella di 3 amiche che si danno appuntamento per un caffè, che discutono 
esaltando momenti di riflessione e attimi di
felicità...quella felicità arrivata da un incontro casuale che ha unito le 
loro vite.
Il Natale Thai è questo: magia, suoni soavi, profumo di zenzero e cannella, 
foto incantevoli, amicizia pura e parole piene di sentimento.

                                                                                                                                                            
Audrey








A conclusione di ogni post troverete un wallpaper e per realizzarlo ci siamo rivolte a un esperto quale è
Xavier autore dei blog




il quale in sintonia con lo spirito di collaborazione di questi post
ha accettato di accompagnarci per queste settimane.
Quindi da qui a Natale ogni settimana troverete in chiusura del post
una sua creazione e una nostra frase augurale.




















61 commenti:

  1. Sicuramente voi AVETE TROVATO i giusto spirito natalizio... Io sono commossa..... Un abbraccio forte JERRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio forte anche a te Jerry, e grazie per aver compreso lo spirito don cui abbiamo scritto questo post.
      Antonella

      Elimina
  2. Cara Antonella, è stato bellissimo prendere questo thè con voi.
    Questo Natale me lo porterò per sempre nel cuore...
    Vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vaty, il piacere è stato mio, conoscerti e coltivare l'amicizia per questi mesi è stata un'esperienza indimenticabile e questo sarà per sempre il nostro Natale.
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  3. Che bello il racconto di Vaty e belle anche le sue foto! professionali!
    Il Natale è triste nel ricordo di chi non c'è più, ma dobbiamo ricordare che la felicità è dentro di noi, mai al di fuori! ;)
    Buona settimana! Ciao Renata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Renata, sì il racconto di Vaty è davvero un racconto di Natale...e credo che adesso lei abbia tanta felicità dentro il suo cuore.
      Ciao, un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  4. Ciao Antonella,
    abbiamo fatto davvero un gran bel lavoro, simbolo di questa amicizia virtuale ;)
    un bacione cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Audrey, davvero un ottimo lavoro...e mi pare che i nostri lettori ce lo stanno confermando. Che bella amicizia quella tra noi tre!
      Un bacio, Antonella

      Elimina
  5. Il racconto di questa adozione mi ha sconvolta. Non so quanti anni siano passati da allora, ma pensando a quello che si fa oggi per garantire i bambini adottati, mi sembra incredibile. So di persone che sono state molto tempo nel luogo di origine prima di prelevare i bambini, ma forse la differenza è che la bambina non era in orfanatrofio, ma con la nonna.
    Bella questa amicizia.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è una storia triste quella di Vaty, a volte ai bambini succedono cose terribili e anni fa non erano certamente tutelati come lo sono oggi.
      Per fortuna oggi Vaty è una donna, maglie e mamma felice, una persona con cui piano piano è nato uno splendido rapporto.
      Credo anch'io che sia bella l'amicizia che è nata tra noi tre...il blog serve anche a questo!
      Un abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  6. Un post toccante e commovente, accompagnato da un wall altrettanto bello. Ora siamo curiosi di seguire il post di Vaty!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao amiche Jene, la storia di Vaty è veramente una storia che tocca nel profondo, e lei è una persona splendida. Sono felice che abbiate deciso di andare a conoscerla nel suo blog, vi piacerà senz'altro. Sul wall di Xavier che dire? Ogni settimana ci lascia senza parole!
      Un abbraccio anche a voi, a presto.
      Antonella

      Elimina
  7. Ok dovevamo dire il blog, perdonaci l'errore

    RispondiElimina
  8. Bella iniziativa di amicizia e di condivisione con tutti coloro che leggono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Palmy, secondo me, è un bell'esempio del sentimento che può nascere anche attraverso un blog.
      A presto, buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  9. Ciao Antonella,
    ti scrivo che qui in Cina è ormai sera, mi ha fatto piacere leggere il tuo post. La storia di Vaty è dolce e commovente, mi iscriverò da lei quando tornerò dal viaggio.
    Fa i complimenti al Mago da parte mia per il wallpaper.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antares, che bella sorpresa leggerti...come sta proseguendo il tuo meraviglioso viaggio di nozze?
      Sono contenta che ti sia piaciuto il post e sono sicura che quando , al tua rientro, andrai da Vaty non potrai non trovarla una persona meravigliosa.
      Buon proseguimento, un abbraccio a tutte e due
      Antonella

      Elimina
  10. Conosco il blog di Vaty e avevo letto la sua storia. Un post molto toccante e di grande amicizia.
    Serena giornata a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cav., se conosci Vaty non devo più aggiungere niente se non ringraziarti per la tua presenza.
      Buona serata, a presto.
      Antonella

      Elimina
  11. Bellissimo.. sono molto felice per voi :) Che foto meravigliose e che bella la frase del wallpaper.. sintetizza perfettamente l'essenza del Natale.
    Un abbraccio,
    Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria, anch'io sono felice per aver incontrato sulla mia strada queste due splendide persone e per aver incontrato tutti voi.
      Il wallpaper è di Xavier che è un'altra persona bellissima che ho conosciuto attraverso il blog e che è bravissimo in questi lavori
      Un abbraccio a te.
      Antonella

      Elimina
  12. La storia vera e vissuta dell'amica Vaty è davvero toccante e in tema col Natale!
    Sempre brave a raccontare il Natale e l'atmosfera che si respira è di sana amicizia e fa star bene!
    Buona serata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatris, hai ragione quella di Vaty è una storia di Natale...questa volta una storia vera!
      Sono felice di essere riuscita con lei e Audrey a realizzare questo post perchè l'amicizia è importantissima ed è belle vedere che può nascere una grande amicizia anche tra le "pagine " di un blog. Amicizia che estendiamo a tutti voi che ci leggete sempre e che immaginiamo virtualmente seduti con noi a bere il tè.
      Buona serata anche a te.
      Antonella

      Elimina
  13. è stata un'emozione leggervi...grazie per accompagnare questa attesa con dolci parole e sentimenti...immagini di amicizia e amore semplice e bello...per donare a questa attesa il senso della gioia...

    un abbraccio a tutte
    lella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Lella, di esserti lasciata emozionare da noi e con noi!
      Ti abbracciamo tutte, buona serata.
      Antonella

      Elimina
  14. Risposte
    1. Grazie...adesso è davvero Natale.
      Antonella

      Elimina
  15. Grazie, mi avete trasmesso una ventata calda di tenerezza e amore, bellissimo, avete colto lo spirito giusto del Natale. E' stato bello leggervi. Buona serata, Stefania

    RispondiElimina
  16. Grazie a te Stefania di aver apprezzato questo nostro lavoro.
    Buona serata.
    Antonella

    RispondiElimina
  17. Ciao Antonella scusa la mia poca partecipatività ma questo mese per me è davvero nero.
    Un abbraccio
    Xav

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Xavier, non preoccuparti, riesco a stento ad immaginare quanto deve essere duro per te questo periodo. Cerca, per come puoi, di stare sereno.
      Un grande e affettuoso abbraccio.
      Antonella

      Elimina
  18. Non posso dire che solo GRAZIE di tutto cuore ogni bene e Buon Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige ed io non posso che ringraziare te di essere sempre stata così presente a questi appuntamenti di "Aspettando il Natale ", spero sarai con noi anche sabato per l'ultima pubblicazione.
      Grazie ancora, buona serata.
      Antonella

      Elimina
  19. Antonella so solo dirti GRAZIE. Qui è tutto molto bello:il racconto, i disegni...sei fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Lucia di apprezzare il nostro"lavoro" .
      Buona giornata e buona settimana.
      Antonella

      Elimina
  20. Lo sapevo che mi ero persa qualcosa di speciale ... e Vaty si merita tutto quanto è bello e straordinario, perchè lei è straordinaria! E' bello venire qui e respirare l'Amicizia, quella vera. Certamente non mi perderò il post di sabato.
    Grazie Antonella per regalarci queste emozioni.
    Un caro abbraccio, Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Serena di essere così assidua e di apprezzare sempre quello che scrivo. Hai ragione Vaty è una persona splendida, così come lo è Audrey, e come lo siete tutti voi, è stata una fortuna incontrarvi.
      Un abbraccio e buona giornata.
      Antonella

      Elimina
  21. Siete fantastiche. Il vs. post, mi ha dato un gran senso di pace, di serenità, di tranquillità. Mi avete fatto vedere il vs. senso del Natale.
    Io penso, che Natale, sia donare a chi non ha. E lo stesso donare a renderti felicità. Viviamo in un mondo in cui si cerca sempre di avere, io, penso che si è felici, solo donando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido pienamente la tua opinione.
      Sono contenta che la storia che abbiamo raccontato oggi ti sia piaciuta e ti abbia mostrato il senso del Natale. Ti consiglio di visitare i blog di Audrey e di Vaty, sono sicura che troverai lo stesso spirito.
      A presto.
      Antonella

      Elimina
  22. Che meraviglia!!!
    Mi avete fatto immaginare quei momenti.
    E' favolosa l'amicizia, anche virtuale, infondo i veri amici, non hanno bisogno di essere vicini, ma solo di esserci.
    Siete grandi e scrivete veramente bene, avete il potere della visualizzazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie dei tuoi complimenti, hai ragione gli amici veri non hanno bisogno di vedersi continuamente o di essere fisicamente vicini, l'amicizia è uno stato dell'anima che non ha nè tempo, nè spazio, nè fisicità, questo nostra per me ha un grande valore..prima eravamo tre persone lontane anni luce una dall'altra per età, esperienze di vita, posizione geografica adesso siamo tre amiche.
      Sono felicissima di averti conosciuta, sono già stata da te.
      A presto.
      Antonella

      Elimina
  23. Ciao Antonella, è molto delicato, emozionante e commovente il post che tu, Vaty e Audrey avete creato insieme: una storia come questa dovrebbe far riflettere sul dolore e sull'amore e su come insieme possono cambiare la vita di una persona.
    Un abbraccio Beatrice

    ps: Xavier realizza sempre delle immagini che sono capolavori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Beatrice, grazie, questo post ha davvero emozionato tutti...ma questa è la magia di Vaty! E' vero è di storie come questa che dovremmo parlare e sulle quelli dovremmo riflettere nonostante tutto l'amore riesce a riempire la vita anche a chi ha tanto sofferto.
      Questo è anche il mio augurio per tutti.
      Hai ragione le immagini di Xavier sono sempre dei capolavori, per me e Audrey è stato bellissimo averlo con noi in questo" Aspettando il Natale "
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  24. E' una storia così vera e bella da far piangere. Devo iscrivermi dalla vostra amica Vaty.
    Un bacione forte

    RispondiElimina
  25. Ciao Melinda, sì, vai da lei, il suo blog è bellissimo, sono sicura che ti piacerà e poi lei è una persona speciale, dolce e raffinata, una grande donna.
    Un bacione forte anche a te, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
  26. Antonella ho letto adesso il tuo commento sulla leggenda del vischio: perchè mai dovrebbe darmi fastidio se la pubblichi anche tu?
    E' una coincidenza bellissima, abbiamo gli stessi gusti!
    La rileggerò con piacere.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  27. Grazie cara Melinda, ti ho già risposto anche da te. Avevo paura ti dispiacesse visto che abbiamo qualche lettore in comune, nello stesso tempo mi spiaceva non pubblicarlo perchè lo avevo già preparato con tutte le fotografie.
    Grazie, un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  28. mi piace questo piccolo circolo letterario... e vi faccio tanti e tanti Auguri!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che tisia piaciuto. Tantissimi auguri anche a te, per tutto quello che desideri.
      Antonella

      Elimina
  29. Ciao Antonella
    Raccontare il Natale, aumenta la magia della Festa, l'amore, il bene, il dono di sè senza tornaconto, è accogliere nel cuore quel Bambino che si è fatto dono per noi*
    Racconti da rileggere ancora!
    Un forte abbraccio, ciao Antonella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa, è vero, il racconto del Natale fa più grande e bello il Natale e ci aiuta ad entrare nello spirito giusto per accogliere il Bambino che è il puù grande dono che ci sia mai stato.
      Un grandissimo abbraccio anche a te.
      Antonella

      Elimina
  30. Risposte
    1. Ciao Anni, tantissimi auguri anche a te.
      Buone feste.
      Antonella

      Elimina
  31. Mi commuove questo racconto perché ci trovo qualcosa della mia vita... una storia a lieto fine, ma che evidenzia anche l'abitudine di trattare i bambini come pacchetti postali... li lasci, li riprendi, li sposti, senza mai chiedere loro cosa ne pensano, come si sentono, cosa provano e cosa vorrebbero... e tutto per il loro bene...

    Grazie Antonella!
    Sereni giorni e un abbraccio
    Cinzia

    RispondiElimina
  32. Ciao Cinzia, grazie a te per questo importante commento. Guarda come si intrecciano le storie, come da distanze infinite si giunge a punti di contatto. E' vero per il bene delle persone a volte si commettono errori enormi mi viene in mente una citazione, in questo momento non ricordo di chi sia "la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni".
    Sereni giorni anche a te a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
  33. Hermoso!!! soy seguidora de Audrey... y ahora tuya, también....
    Besos, desde España, Marcela♥

    RispondiElimina
  34. Ciao Marcela, sono felicissima di averti qui, Audrey mi ha parlato tante volte di te. Verrò a ricambiare la tua gradita visita.
    Baci anche a te.
    Antonella

    RispondiElimina
  35. Bellissimo questo racconto di vita vera,di Vaty!
    Dalla tristezza iniziale, via via arriva la serentà, l'affetto e l'amore.
    Direi una fiaba di Natale a lieto fine.
    Vaty, è di una serenità grande!A lei il mio augurio di un sereno sannto Natale1

    A te Anto ed a Audrey, dico Grazie!

    PS, un grazie anche all'amico Xavier

    RispondiElimina
  36. E noi tutti ringraziamo te Daniela per l'assiduità e l'attenzione con cui ci hai seguiti. E' stato bello aspettare Natale con voi.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
  37. Ciao carissima Antonella,
    che meraviglia questi racconti, commoventi e che fanno capire quanti aspetti puo' avere il Natale.
    Voglio augurare a te, ai tuoi amici e ai tuoi cari un Natale sereno, felice... insomma sfizioso.
    Un abbraccio
    Bruna

    RispondiElimina
  38. E' troppo bello il tuo augurio per un Natale sfizioso, ricambio con tutto il cuore,
    che questo Natale porti pace e serenità.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina

Piemontesità

Piemontesità
" ...ma i veri viaggiatori partono per partire, s'allontanano come palloni, al loro destino mai cercano di sfuggire, e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!..." ( C.Boudelaire da " Il viaggio")